REPORT WWE MONDAY NIGHT RAW 01/03/2021

01.03.2021

•PROMO- Cominciamo la serata con l'ingresso dell'ex-WWE Champion, Drew McIntyre, che comincia col dire che quello iniziato, continua ad essere uno dei periodi più assurdi della propria vita, dove, dopo esser stato tradito alle spalle dal suo amico di mille battaglie Sheamus, ha difeso il proprio titolo attraversando a testa alta l'inferno con 5 ex-campioni del mondo, prima di venir battuto in un match titolato da The Miz che, dopo aver mandato Bobby Lashley ad occuparsi del Corazziere Scozzese, ha incassato il proprio Money In The Bank Contract, con lo Scottish Warrior che, non appena dice di voler riottenere il proprio titolo, viene interrotto da The Miz, il quale esige una presentazione formale con tanto di effetti pirotecnici; Miz & Morrison girano il coltello nella piaga, prima di dire al campione che, se proprio volesse prendersela con qualcuno, dovrebbe prendersela con Bobby Lashley, dicendo come sia lui la vittima di questa situazione, un marito e padre di due fantastiche bambine, tentando poi di applicare la psicologia inversa e proporre un trio chiamato 3Migos, ma ecco arrivare MVP. Porter dice che i tre posson dire ciò che vogliono, ma non possono evitare il certo destino del Campione, che verrà distrutto dall'All Mighty, mentre ecco intervenire Sheamus, che esordisce dando a McIntyre dell'egoista, prima di scambiare qualche colpo a bordo ring, venendo mandato oltre la barricata.

•DREW MCINTYRE VS SHEAMUS (3,5/5)- I due cominciano a darsele di santa ragione ancor prima che la campanella suoni, con gli atleti che mettono immediatamente in primo piano il tono della battaglia, che assume più quello di una rissa di strada piuttosto che quello di un tecnico match di Catch Wrestling, col Fella che sferra la combo di Clothesline e Diving Knee Drop, alla quale, lo scozzese non demorde e tenta di reagire con varie manovre d'impatto, controbattute con un durissimo Knee Drop e numerosi Elbows diretti alla mandibola dell'ex-TNA, a segno coi Beats Of The Bodhran, tipica manovra dello Smeraldo d'Irlanda, a segno con numerosi Forearms diretti alla spina dorsale del rivale, caduto a bordo ring dopo aver subito il Brogue Kick. Pausa pubblicitaria e numerosi colpi diretti alla zona intercostale perpetrati dal Celtic Warrior, anch'egli a segno coi Beats Of Bodhran, risposti con la sequenza di mosse Comeback dello scozzese, a segno con un Belly-to-Back ed un Suplex sul tavolo dei commentatori, prima d'andare a segno con una Diving Clothesline, seguita da un Running Glasgow Kiss ed un Belly-to-Back Superplex, ma Sheamus non demorde ed evita il fatidico 3. Secondo break e combo di StepUp Knee e White Noise per Sheamus, poi colpito con la Future Shock DDT e sfuggito al Claymore Kick, ma non all'Avalanche Helicopter Crash, che riesce a rispondere con un'Alabama Slam che, seguita dalla corsa per il Brogue Kick, vede quest'ultima interrotta col letale Claymore Kick. VINCITORE: DREW MCINTYRE (SCHIENAMENTO).

•NAOMI VS NIA JAX (sv)- Il match è davvero brutto e le capacità sul ring delle due ne sono la causa principale, comunque vince la Jax grazie ad una Chokeslam. VINCITRICE: NIA JAX (SCHIENAMENTO).

•BACKSTAGE- Siamo pronti per il WWE Championship Match tra The Miz e Bobby Lashkey, col primo che, aspettando con ansia l'ingresso del campione, sente la theme song dell'Awesome One riecheggiare nel WWE Thunderdome, salvo dover rimandare l'appuntamento col destino di un'ora data una simulazione di del WWE Champion nel backstage. 

•PROMO- Presentatosi sul ring, Strowman si lamenta degli sfavoritismi dei piani alti nei suoi confronti, dicendo come l'Elimination Chamber, senza il Monster Among Men, abbia fatto schifo, per poi dire di dover partecipare ad un tag team match, per il quale, non ha neanche un partner, ma ecco arrivare Shane McMahon ed Adam Pearce, col primo che annuncia l'ufficiale WWE come partner di Strowman che, se perderà a causa di Pearce, lo prenderà a legnate.

•BRAUN STROWMAN & ADAM PEARCE VS HURT BUSINESS (RAW TAG TEAM CHAMPIONSHIPS) (2,75/5)- Il match inizia con l'assoluto dominio di Strowman sulla stable rivale, andando immediatamente a segno con lo Strowman Express a bordo ring e vari sballottamenti sul povero Cedric Alexander che, grazie all'aiuto di Shelton Benjamin, conduce un match segnato dalla paura di uno squash, ma non appena Strowman connette la Running Powerslam, Shane O'Mac impone all'atleta di dare il cambio all'ex-NWA che, tentando la vittoria, gabba in uno Small Package. VINCITORI: HURT BUSINESS (SCHIENAMENTO). 

•BACKSTAGE- Nel backstage, vediamo Bad Bunny e Damian Priest ammazzare il tempo, venendo interrotti da Elias che, proponendo all'autore sudamericano una collaborazione, riceve un secco "No".

 •PROMO- Elias c'illumina con l'ennesimo concerto, dicendo come il fantastico album "Universal Truth" sia stato ingiustamente escluso dai Grammys, mentre ecco arrivare uno dei nomi principali dell'annuale premiazione musicale, Bad Bunny.

•ELIAS VS DAMIAN PRIEST (2/5)- L'alchimia trai due atleti non è propriamente memorabile ed i due danno vita ad una medio-lunga contesa mai decollata definitivamente e portata avanti con fasi di studio all'insegna delle mosse concatenate, accompagnate da saltuarie interferenze da parte dei due esterni, con Jaxson Ryker che, nonostante abbia più volte provato ad attaccare alle spalle l'avversario del proprio idolo, vede quest'ultimo non reagire alla letale Hit The Lights (sostituta di "Reckoning" in modo tale da non confondere il nome della manovra col nome della rappresentante femminile della Retribution). VINCITORE: DAMIAN PRIEST (SCHIENAMENTO).

•INTERVISTA- Intervistato da Kayla Braxton, Orton colpevolizza Alexa Bliss per i problemi avuti la scorsa settimana, prima di venir interrotto, appunto, da un collegamento via satellite della Bliss che, volendo mostrare un nuovo amichetto, ci fa vedere una versione demoniaca di Randy Orton, in preda alle risate mentre il reale Apex Predator si piega ai conati di vomito.

•THE MIZ VS BOBBY LASHLEY (WWE CHAMPIONSHIP) (sv)- Finalmente, The Miz si palesa sullo stage, salvo ritornare presto dietro le quinte con la cintura, perdendo l'incontro per countout. VINCITORE: BOBBY LASHLEY (COUNTOUT).

•PROMO- Sul ring, si presenta Charlotte Flair, che comincia col dire che questo sia uno trai suoi periodi più altalenanti, di come sia felice di essere tornata, ma aggiungendo come non volesse essere campionessa di coppia, ma semplicemente di voler prendere a calci nel sedere qualcuna con una cara amica, per poi dire, a 6 settimane di distanza dal Grandest Stage Of Them All, di voler rivestire i propri colori e ridiventare RAW Women's Champion, ma non potendolo fare, ci mostra il motivo per cui Asuka non si trova nel Thunderdome, colpita la scorsa settimana con un calcio alla bocca da parte della Queen Of Spades che, arrivata sullo stage, promette di batterla e cambiare radicalmente la sua Road To WrestleMania. 

•SHAYNA BASZLER VS CHARLOTTE FLAIR (2,5/5)- Il match è fortemente segnato dall'attacco perpetrato dalle campionesse di coppia prima dell'effettivo inizio della contesa, inizialmente dominata dalla Baszler con un giusto mix di tecnica e potenza, che si manifestano tramite numerose prese di sottomissione e manovre d'impatto dirette agli arti superiori della Queen, zoppicante dopo un Low Kick, per poi recuperare le forze perdute e connettere un Exploder Suplex, una Chop Block e varie Modified Leg DDT, prima di mandare la Jax contro i gradoni d'acciaio e chiudere il sipario con la Natural Selection. VINCITRICE: CHARLOTTE FLAIR (SCHIENAMENTO).

•RIDDLE & LUCHA HOUSE PARTY VS RETRIBUTION (2/5)- Il match parte a mille con una Chokeslam Backbreaker da parte di T-Bar ai danni di Riddle, vittima di una Side Walk Slam e dell'ennesima Backbreaker per mano dell'ex-Dominik Dijakovic, dal quale, si libera con un Knee, prima di connettere un Plancha su Mace, seguito da un Missile Dropkick ed un Superkick di Dorado su Slapjack, schienato con un Assisted Diving Splash di Metalik. VINCITORI: RIDDLE & LUCHA HOUSE PARTY (SCHIENAMENTO). A fine match, deluso dai propri sudditi, Ali sfida Riddle.

•RIDDLE VS MUSTAFA ALI (3/5)- L'ex-Hart And Soul of 205 Live mette fin da subito in mostra un'innata aggressività, connettendo un Missile Dropkick contro il braccio dell'avversario e chiudendolo in una breve Fujiwara Armbar, ma tentando la seconda Running Neckbreaker, viene preso a mezz'aria con una Rear Naked Choke, seguita con un Pele Kick e la serie di Forearms, alla quale, segue un Exploder Suplex e la caratteristica combo di Broton e Penalty Kick, seguiti, a loro volta, dalla Final Flash ed il fallimentare tentativo di Floating Bro, impedita dai seguaci di Ali, vincitore grazie ad una botchata Avalanche Backstabber. VINCITORE: MUSTAFA ALI (SCHIENAMENTO). 

•THE MIZ VS BOBBY LASHLEY (WWE CHAMPIONSHIP LUMBERJACK MATCH) (3/5)- Il match, dopo l'annuncio di Shane McMahon, si rivela essere un Lumberjack Match, con in prima linea i membri dell'Hurt Business; prima che la contesa inizi, l'Awesome One tenta la sconfitta per squalifica, per poi tentare la fuga e venir rimandato tra le grinfie dell'All Mighty, che sfoga 17 anni di frustrazioni e testate contro i muri su un unico uomo, vittima di Flatliners e numerosi sballottamenti per mano dell'Onnipotente, che manda, partendo da una Military Press, l'avversario contro i Lumberjacks, prima di colpirlo con l'All Mighty Spinebuster e chiudere la letale Hurt Lock. VINCITOE: BOBBY LASHLEY (SOTTOMISSIONE). DOMINANZA, EMOZIONE. ABBIAMO UN NUOVO WWE CHAMPION. A fine match, Bobby Lashley chiude nuovamente l'Hollywood Star nell'Hurt Lock, facendogli perdere i sensi.